La legge nazionale e regionale in tema di annunci immobiliari e certificazione energetica

Il D.lgs nazionale 28/2011 all’articolo 13 prevede che dal 01.01.2012 gli annunci commerciali di vendita riportino l’indice di prestazione energetica contenuto nell’attestato di certificazione energetica. Dalla lettura della norma non è dato comprendere quali siano le precise modalità di adempimento. Di certo vi è che nel D.Lgs. in questione non sono previste sanzioni in caso di inosservanza dell’obbligo.

Per un approfondimento del quadro nazionale, leggi l’articolo.


Lombardia

In applicazione alla L.R.24/2006, la Regione Lombardia, con delibera DGR n° IX/2555 del 24/11/2011, ha emanato le modalità di dichiarazione delle prestazioni energetiche degli edifici oggetto di annuncio commerciale per vendita o locazione, nonché i criteri di indirizzo per effettuare gli accertamenti in materia di certificazione energetica. Scatterà il 1 gennaio 2012 l’obbligo di dichiarare le prestazioni energetiche (quanto effettivamente consuma l’immobile per il riscaldamento) e la relativa classe energetica (dalla A+ alla G) già in fase d’annuncio di locazione o vendita del singolo appartamento, piuttosto che dell’intero edificio.

 


L’obbligo riguarda tutti i mezzi di comunicazione dell’annuncio commerciale, e vale solo per i nuovi mandati o patti che i proprietari stipulano con il mezzo di divulgazione dell’annuncio a decorrere dal 1/1/2012. L’eventuale pubblicazione di annunci “pattuiti” prima del 1/1/2012 non sarà soggetta a sanzioni, fino a conclusione di quanto previsto nel contratto originario. Non sono ammesse proroghe o rinnovi per la prosecuzione dei suddetti annunci che non includano anche i dati relativi alle prestazioni energetiche.

In dettaglio, si veda la nota informativa inviata da Regione Lombardia a tutti i Comuni lombardi.

Che informazioni deve contenere l’annuncio commerciale?

L’annuncio commerciale relativo alla vendita o alla locazione di edifici o unità immobiliari esistenti, per i quali siano terminati i lavori di costruzione, ampliamento, ristrutturazione, manutenzione straordinaria, recupero del sottotetto, installazione o ristrutturazione dell’impianto termico, sostituzione di un generatore di calore con potenza superiore a 100kW (in pratica, tutte le fattispecie di cui ai punti 6.1 e 9.1 della dgr 8745/2008), dovrà indicare espressamente la prestazione energetica per la climatizzazione invernale (kWh/m2 per anno o KW/h/m3 per anno, a seconda della destinazione d’uso dell’edificio) e la classe energetica riportata nell’attestato di certificazione energetica, redatto ai sensi della dgr 5018/2007 e s.m.i.

Se l’edificio è ancora in costruzione oppure è in corso ristrutturazione di immobile dove con l’intervento si modificheranno le prestazioni energetiche, cosa occorre fare?

Nel caso di annunci commerciali che riguardino la vendita o la locazione di edifici o di unità immobiliari per i quali siano in corso lavori di cui al punto 6.1 o 9.1 della dgr 8745/2008:
• lavori di nuova costruzione o ristrutturazione che coinvlga più del 25% della superficie esistente;
• i lavori di installazione o ristrutturazione dell’impianto di riscaldamento;
• lavori che comunque modificano la prestazione energetica per il riscaldamento;
dovrà essere indicato il fabbisogno di energia primaria per il riscaldamento (kWh/m2 per anno o KW/h/m3 per anno), riportato nella più recente relazione di progetto (ex art. 28 della l.10/91) depositata presso il Comune di competenza e la classe energetica corrispondente.
In tali annunci va espressamente riportata la dicitura “valore di progetto”, in modo da chiarire che i valori non fanno riferimento ad un attestato di certificazione energetica ma alla relazione tecnica di progetto.

Se l’edificio è in corso ristrutturazione, ma con l’intervento NON si modificheranno le prestazioni energetiche, cosa occorre fare?

Qualora i lavori in corso non riguardino gli interventi di cui al precedente punto, il proprietario potrà utilizzare i dati contenuti nella certificazione energetica predisposta in passato, a condizione che sia stata redatta ai sensi della normativa Lombarda (dgr 5018/2007 e successive modifiche ed integrazioni). Si ricorda che la validità dell’attestato di certificazione è di 10 anni, a condizione che l’edificio o l’unità immobiliare non subisca interventi che comportino la modifica della prestazione energetica o venga cambiata la sua destinazione d’uso (punto 10.4 della dgr 8745/2008).

Nel caso in cui la suddetta certificazione non sia mai stata predisposta, oppure l’edificio/unità immobiliare abbia subito le modifiche di cui sopra, il proprietario dovrà provvedere ad incaricare un soggetto certificatore al fine di redigere la certificazione.

Quali edifici sono esclusi?

Sono esclusi dall’ambito di applicazione delle disposizioni di cui sopra le seguenti fattispecie:
• i fabbricati industriali, artigianali e agricoli non residenziali quando gli ambienti sono mantenuti a temperatura controllata o climatizzati per esigenze del processo produttivo;
• i fabbricati industriali, artigianali, agricoli e relative pertinenze qualora gli ambienti siano mantenuti a temperatura controllata o climatizzati utilizzando reflui energetici del processo produttivo non altrimenti recuperabili;
• gli edifici e le unità immobiliari prive di impianto termico (come definito al punto 2, lettera ee) della dgr 8745/2008) o di uno dei suoi sottosistemi necessari alla climatizzazione invernale;
• le locazioni di immobili per una durata massima di 30 giorni;

Gli annunci commerciali inerenti alle fattispecie di cui sopra dovranno riportare la dicitura “Immobile non soggetto all’obbligo di certificazione energetica”

A quanto ammontano le sanzioni in caso di mancato adempimento alla normativa?


La legge regionale 24/2006 prevede che il titolare dell’annuncio commerciale che non rispetti le disposizioni emanate dalla Giunta regionale concernenti l’obbligo di dichiarare la classe e l’indice di prestazione energetica dell’edificio o della singola unità abitativa posti in vendita mediante l’annuncio commerciale stesso, incorre nella sanzione amministrativa da 1.000€ a 5.000€.

L’accertamento e la contestazione della violazione, nonché l’irrogazione e l’introito della relativa sanzione competono al Comune in cui è situato l’edificio o l’unità immobiliare oggetto di violazione. L’Organismo Regionale di Accreditamento, le cui funzioni sono state definite con dgr 5018/2007 e successive modifiche, è tenuto verificare periodicamente il rispetto dell’obbligo di negli annunci commerciali e le conseguenti misure adottate dai comuni competenti. Le risultanze di tale verifica saranno trasmesse alla Regione Lombardia con periodicità annuale.

In dettaglio, si veda ancora la nota informativa inviata da Regione Lombardia a tutti i Comuni lombardi.

Prima dell’entrata in vigore di questa nuova normativa, in quali casi occorreva comunque predisporre l’Attestato di Certificazione Energetica?

La certificazione energetica degli edifici o delle singole unità immobiliari è disciplinata dall’art. 25, commi 4 bis e 4 ter della l.r. 24/2006, nonché dalla dgr 5018/2007, nella versione aggiornata con dgr 8745/2008. Quindi deve comunque essere predisposto in caso di:
• richiesta del certificato di agibilità o presentazione della dichiarazione sostitutiva di cui all’art.5 della l.r. 1/2007, nel caso di edifici di nuova costruzione o che siano stati oggetto degli interventi di cui al punto 9.1 della dgr 8745/2008 rilevanti interventi di ristrutturazione;
• compravendita di interi edifici o di singole unità immobiliari;

• locazione di interi edifici o di singole unità immobiliari;
• stipula di contratti per la gestione degli impianti termici o di climatizzazione in cui il committente sia un Soggetto pubblico;
• stipula di Contratti di Servizio Energia e Servizio Energia Plus ex d.lgs 115/2008;
• nuova installazione o ristrutturazione di impianti termici;
• sostituzione di generatori di calore con potenza superiore a 100kW.

 

Emilia-Romagna 

Il B.U.R.E.R. n. 151 del 6.10.2011 D.G.R. n. 1366 del 26.9.2011 introduce alcune modifiche alla normativa regionale sulla Certificazione Energetica: l'indice di prestazione energetica e la relativa classe contenuti nell’attestato di certificazione sono riportati negli annunci commerciali di vendita di edifici o di singole unità immobiliari.
Non viene contemplata la locazione e tanto meno sono indicate le specifiche di applicazione e le competenze di verifica delle nuove disposizioni.

 

Piemonte, Liguria, Lazio, Puglia, Friuli Venezia Giulia, Valle d'Aosta, Toscana e Sicilia

Pur essendo regioni che hanno regolamentato le certificazioni energetiche, non hanno legiferato in merito al tema degli “annunci” e non esiste, ad oggi, alcun obbligo regionale di dichiarazione delle prestazioni energetiche degli edifici oggetto di annuncio commerciale.

 

Altre regioni

Le regioni non elencate precedentemente non hanno emanato alcuna disposizione regionale in materia di annunci immobiliari e certificazione energetica. Queste regioni si rifanno quindi alla normativa nazionale.

 

 

 


Indirizzo immobile
Tipo immobile
 
Ristrutturazione Risparmia sulla tua
ristrutturazione!
Login Area Riservata
Registrati Registrati
Assistenza

Assistenza

 

Soluzioni Business Certificazione Energetica Online

I nostri partners

Yes.co srl impianti e servizi per l'efficienza energetica

Yes.life:
            il web magazine della vita sostenibile e divertente

TOP100-SOLAR

 

Certificazione Energetica Online è il portale che ti aiuta ad ottenere l'attestato di classe energetica del tuo immobile. Certificazione Energetica Online ti permette di comparare i preventivi per le certificazioni energetiche tra i più qualificati certificatori energetici della tua zona e di scegliere il preventivo di certificazione energetica migliore e più economico. In soli 2 minuti, inserendo delle semplici informazioni sul tuo immobile, potrai ricevere gratis i preventivi di certificazione energetica dei certificatori energetici ed ottenere la certificazione energetica per la tua casa, appartamento o immobile. Scegli Certificazione Energetica Online per ottenere la tua certificazione energetica in modo veloce ed economico! Richiedi subito i tuoi preventivi di certificazione energetica. 

La certificazione energetica | Richiedi il tuo certificato energetico | Esempio di preventivo certificato energetico online | Come funziona Certificazione Energetica Online | Dicono di noi | Domande frequenti sulla certificazione energetica | Contattaci (utenti) | Certificazione energetica: dove e come | La certificazione energetica in Basilicata | La certificazione energetica in Emilia Romagna | La certificazione energetica in Friuli Venezia Giulia | La certificazione energetica nel Lazio | La certificazione energetica in Liguria | La certificazione energetica in Lombardia | La certificazione energetica in Piemonte | La certificazione energetica in Puglia | La certificazione energetica in Toscana | La certificazione energetica in Trentino Alto Adige | La certificazione energetica in Umbria | La certificazione energetica in Valle D'Aosta | La certificazione energetica in Veneto | Efficienza energetica: incentivi e risparmio | Normativa nazionale sull acertificazione energetica | News e blog energetico | Forum | Vantaggi per gestori e operatori immobiliari | Il network Certificazione Energetica Online | Area Riservata | Vantaggi Certificatore Energetico | Area Riservata | Missione di Certificazione Energetica Online | Il Team di Certificazione Energetica Online | Ufficio Stampa | Partners e siti amici | Contattaci (Partners)

CEOnline srl - Cap. Soc. 10.000,00 € - Copyright 2008-2014