Quando serve la certificazione energetica in caso di affitto e quando non serve?

Un nostro esperto ha approfondito e chiarito la questione.


 


Leggi la guida completa alla certificazione energetica nei casi di affitto e locazione

Quando una persona decide di affittare la propria casa e si appresta a stipulare il contratto di locazione, diventando quindi locatore deve verificare se nella Regione in cui è ubicato l'immobile sussista o meno l'obbligo di consegna dell'attestato di certificazione energetica (ACE) al conduttore (il soggetto che prende in affitto la casa).

 

Regioni con obbligo di certificazione energetica nei contratti d'affitto

In alcune regioni tale obbligo e già vigente.

Le regioni in cui era già obbligatorio avere la certificazione energetica in caso di contratti d'affitto sono:

-Lombardia

-Piemonte

-Liguria

-Emilia Romagna

-Toscana

-Sicilia

-Provincia autonoma di Bolzano


Il proprietario dell’unita immobiliare deve consegnare alla controparte copia dichiarata conforme all’originale dell’attestato di certificazione energetica, per tutti i contratti “nuovi” o “rinnovati” a decorrere da tale data.

Rientrano quindi i contratti perfezionati a partire dalla data del 1° luglio 2010 e quelli che abbiano subito un rinnovo espresso o tacito con decorrenza da tale data.


Certificazione energetica e annunci immobiliari in caso di affitto

 

Dal 1° gennaio 2012 è entrato in vigore l'obbligo dei indicare la classe energetica in tutti gli annunci immobiliari, in tutt'Italia. Questo anche in caso di annunci di affitti.

Questo significa che anche nelle regioni diverse da quelle sopra elencate, in caso in cui si metta un annuncio immobiliare, è necessario avere la certificazione energetica, per poter indicare nell'annuncio la classe energetica.



Contratti d'affitto con obbligo di certificazione energetica

 

La certificazione energetica diventa obbligatoria nella locazione quando:
-viene stipulato un nuovo contratto di locazione o rinnovare un contratto gia esistente per immobili ad uso abitativo
-viene stipulato un nuovo contratto di locazione o rinnovare un contratto gia esistente per immobili ad uso non abitativo
- viene stipulato un contratto di locazione per un immobile ad uso vacanza per una durata superiore di 30 giorni complessivi nell’anno
- viene stipulato un contratto di affitto di azienda comprensivo di immobili
- viene stipulato un contratto di locazione finanziaria (leasing) per un immobile.

Contratti d'affitto senza obbligo di certificazione energetica

 

Al contrario non si ritiene obbligatorio produrre l’attestato di certificazione energetica quando: - viene stipulato un contratto di locazione per un immobile ad uso vacanza per un periodo inferiore a 30 giorni all’anno
- viene stipulato un contratto di locazione ad uso abitativo per immobili di proprieta pubblica (esempio ALER)
-viene concesso un edificio in comodato d’uso gratuito e/o usufrutto.

 

L’attestato di certificazione energetica e a carico del proprietario dell’immobile che decide di locarlo/affittarlo e ne ha l’obbligo della messa a disposizione e/o consegna di una copia al conduttore.

Non e comunque obbligato all’allegazione dell’attestato di certificazione al contratto stesso. La mancata ottemperanza al suddetto obbligo consegue la nullita (relativa) del contratto.

 

Certificatore n. 1223